Le soluzioni ABB alimentano il data center più green d'Europa in Norvegia

2018-06-28 - Grazie alla tecnologia ABB, il Lefdal Mine Data Center è progettato per diventare il più grande d'Europa con il minimo impatto ambientale.

Ci fu un tempo in cui l'olivina minerale veniva ricercata per scopi industriali, come la produzione di acciaio. Ora, questo minerale sta tornando sottoterra dove è ospitato un data center, Il Lefdal in Norvegia che diventerà il data center più grande e più green d'Europa.

Il data center Lefdal Mine, operativo da maggio 2017, è costruito a 150 metri di profondità in una montagna nella quale tempo fa c’era una miniera per estrarre olivina - noto anche come la pietra preziosa peridoto - minerale verde ad alta densità utilizzato nella produzione di acciaio. Situata sulla costa occidentale della Norvegia, tra Måløy e Nordfjordeid, la struttura a sei piani nella storica montagna stabilisce un nuovo standard per il settore dei data center.



Il data center è alimentato esclusivamente da energia rinnovabile prodotta localmente, ed è raffreddato dall'acqua proveniente da un vicino fiordo, il secondo più grande del Paese con ha quattro ghiacciai ad esso collegati. ABB ha fornito l'infrastruttura di alimentazione che fornisce energia pulita generata da quattro centrali idroelettriche e due impianti eolici con una capacità combinata superiore a 300 MW.

I data center sono tra i maggiori consumatori di energia. Tuttavia, il Lefdal Mine è notevolmente efficiente dal punto di vista energetico poiché utilizza come refrigerante l'acqua fredda proveniente dal fiordo profondo 565 metri. Il data center si trova sotto il livello del mare e ciò elimina la necessità di costose pompe ad alta capacità per pompare l'acqua del fiordo fino agli scambiatori di calore del sistema di raffreddamento. Il risultato è che la soluzione di raffreddamento del data center sarà efficiente dal punto di vista di utilizzo dell'energia, il PUE, lo standard adottato nel settore riguardo all'efficienza energetica, pari a tra 1,08 e 1,15 per rack da 5 kW, rendendolo tra i data center più green del mondo con il 30-40% di risparmi energetici rispetto ai data center tradizionali.

"Il raffreddamento è fondamentale, perché questi server generano enormi quantità di calore. Poiché il raffreddamento ad acqua è così efficiente, questi container per server possono funzionare fino a 50 kW di potenza, dove normalmente ci si aspetterebbe solo 7-8 kW con raffreddamento ad aria tradizionale", ha dichiarato Mats Andersson, direttore marketing di Lefdal Mine Datacenter.

I data center sono la spina dorsale della nostra vita quotidiana. Conservano tutti i dati generati da dispositivi intelligenti, aziende e social media. Senza di loro, non saremmo in grado di controllare il traffico o il meteo o di vedere gli ultimi aggiornamenti sui social delle persone che seguiamo. Le aziende tecnologiche, grandi e piccole, si affidano anche allo storage dei data center per servire i propri clienti in tutto il mondo. Quindi l'affidabilità è tutto in un data center. Mantenere le operazioni sicure 24 ore su 24 è fondamentale, con sistemi ridondanti per garantire che il data center sia sempre operativo.



Per soddisfare le sfide energetiche dovute alle dimensioni fisiche della struttura, ABB ha realizzato una dorsale a media tensione per l'intera struttura. Per soddisfare qualsiasi situazione di emergenza, ABB fornisce anche un sistema UPS decentralizzato (uninterruptible power supply), il che significa che ogni sezione all'interno del data center ha la propria installazione UPS. Se c'è un problema con la rete, l'UPS entra in funzione entro un paio di millisecondi e garantisce un'alimentazione elettrica affidabile fino a quando i generatori di backup non entrano in linea.

ABB è stata partner integrale dall'inizio del progetto, fornendo soluzioni di alimentazione personalizzate e ampie conoscenze e competenze per un progetto ingegneristico così impegnativo. Fornire un sistema di alimentazione che possa rimanere affidabile man mano che il centro cresce – fino 200 MW dagli attuali 10 MW in fasi successive per i prossimi tre anni - è di particolare importanza. Quando la sua crescita sarà completa, Lefdal sarà tra i maggiori data center d'Europa.

"In ABB siamo molto orgogliosi della nostra partecipazione a questo progetto davvero innovativo", ha affermato Ciaran Flanagan, Global Segment Leader Data Center. "La ricerca dell'efficienza energetica non finisce mai e non è solo un desiderio, è una responsabilità che in ABB prendiamo sul serio. Siamo davvero felici di far parte del team".



Attualmente nel data center sono disponibili circa 120.000 m2, in gran parte in container spediti da Rittal e parcheggiati negli storici passaggi sotterranei della miniera. "ABB è stata una delle prime a essere coinvolta nel progetto, poiché tutto inizia con l’energia. Abbiamo bisogno di trasformatori, abbiamo bisogno di generatori. Quindi, sulla base delle buone relazioni che già esistevano, abbiamo iniziato a discutere su come prendere a bordo ABB", ha dichiarato Andreas Keiger, Vicepresidente esecutivo di Rittal.

Lefdal Mine Datacenter arriva al momento giusto, quando la Norvegia punta a diventare una superpotenza per i data center ecologici. La nazione ha un surplus di energia rinnovabile: il 97 per cento dell'elettricità generata nel Paese proviene da fonti rinnovabili, principalmente energia idroelettrica, secondo Innovation Norway. Il settore dell’energia solare della nazione sta crescendo rapidamente, con una crescita dell’installazione di pannelli di oltre il 300 per cento nel 2016.

Il Governo norvegese sta cercando di incoraggiare l’innovazione digitale per creare nuove industrie che creino posti di lavoro e stimolino la crescita economica. Nel febbraio 2018, il Governo ha pubblicato la sua strategia per i data center "Powered by Nature", che ha sottolineato che i data center e gli investimenti internazionali sono una parte importante della politica industriale del Paese.

Con tali incentivi e la necessità in rapida crescita di un maggior numero di data center alimentati da energia rinnovabile, Lefdal Mine avrà un vantaggio con il suo posizionamento e la sua esclusiva tecnologia ingegneristica. Nel momento in cui la maggior parte del mondo diventa digitale, ABB alimenterà Lefdal e la Norvegia.






Seguici su:


Seguici su TwitterCollegati a FacebookAbbonati a YouTubeGet LinkedIn

ABB Italia



Follow us on TwitterGet LinkedInConnect on FacebookSubscribe on YouTube

Gruppo ABB


      • Twitter
      • Facebook
      • LinkedIn
      • Weibo
      • Stampa
      • Email
    seitp202 906217627b6a3033c12582ba004fbc49