ABB guida l'espansione delle infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici a livello globale

2018-10-22 - In tutto il mondo ogni stazione di ricarica rapida ABB in uso rende le auto elettriche più appetibili e approcciabili per chiunque.

Definitelo l' “effetto rete” nell'e-mobility.


In tutto il mondo, quando popolazioni, governi e imprese affrontano il cambiamento climatico, la qualità e il valore del trasporto elettrico pulito diventano fattori più evidenti che mai. Dopotutto, circa il 25 per cento delle emissioni di anidride carbonica e dei gas serra sono prodotti dai mezzi di trasporto a combustibili fossili.


ABB, leader mondiale nell'elettrificazione, nell'energia sostenibile e nell'e-mobility, è particolarmente pronta a svolgere un ruolo di primo piano nell'adozione di massa di veicoli elettrici, sia che di tratti di autobus e treni elettrici, o di navi oceaniche azionate da sistemi di propulsione ABB Azipod®. Nel caso delle auto elettriche, le stazioni di ricarica rapida di ABB si stanno affermando come un grande facilitatore.




In grado di aggiungere fino a 200 chilometri (circa 125 miglia) di autonomia di guida alla batteria di un'automobile in soli otto minuti, i caricabatterie rapidi ABB vengono installati sulle reti stradali di tutto il mondo. Più di 7.000 stazioni di ricarica rapida in corrente continua ABB sono presenti in 60 Paesi e questo numero è in costante crescita.

Superando l’"effetto ansia" che è stato il principale ostacolo alla diffusione dei veicoli elettrici, queste reti di ricarica stanno iniziando a garantire la stessa utilità e convenienza ai viaggiatori al pari delle stazioni di rifornimento di benzina che rendevano onnipresenti le auto a combustibili fossili nel secolo scorso.




È il classico effetto "rete". Ogni nuova auto elettrica che entra in servizio crea incentivi per gli operatori delle stazioni di ricarica a installarne altre. Ciò, a sua volta, rende più fattibile per gli altri guidatori il passaggio alla macchina elettrica. Ogni veicolo e colonnina aggiunta alla rete, in altre parole, la rende più preziosa per tutti gli altri. E, nel caso dei caricabatterie veloci ABB capitanati dall'ammiraglia Terra HP, il termine "rete" è inteso in maniera letterale. Grazie alle funzionalità digitali dell'offerta ABB Ability™, i caricabatterie rapidi ABB sono connessi a reti che possono essere collegate a sistemi di pagamento elettronici e possono consentire il monitoraggio e la manutenzione a distanza dai centri di controllo centrale.

Ecco alcune delle più importanti storie di successo della rete di ricarica ABB provenienti da tutto il mondo.


EUROPA


In Europa, dove la riduzione delle emissioni di carbonio è una priorità, la politica tende a favorire i veicoli elettrici e le reti di ricarica.

I risultati finora sono impressionanti, in particolare nei paesi nordici, dove l'energia idroelettrica fornisce elettricità pulita e rinnovabile. La Norvegia ha la quota di mercato più alta del mondo per le vendite di auto completamente elettriche, con oltre il 22 per cento. ABB, che fornisce caricabatterie veloci alla più grande flotta di autobus della Norvegia, ha anche fornito oltre 500 caricabatterie per auto.


Mentre i combustibili fossili rappresentano ancora il 20% del consumo totale di energia, il governo islandese ha messo in atto un programma di incentivi finanziato dallo Stato per aumentare l'uso di veicoli elettrici. Il progetto ha già un impatto: oggi ci sono più di 6.000 auto elettriche, rispetto alle 90 scarse nel 2014. Il paese, al secondo posto tra le nazioni europee per la quota di mercato di veicoli elettrici, ha beneficiato dell'installazione di oltre 20 stazioni di ricarica rapida ABB lungo la Route 1, la strada lunga 1.300 chilometri che è l'arteria autostradale principale del paese e la sua spina dorsale logistica.




L'infrastruttura per i veicoli elettrici sta crescendo in tutta Europa. La Danimarca ha ora più stazioni di ricarica rispetto alle stazioni di rifornimento di benzina. E quest'anno nei Paesi Bassi, l'operatore di ricarica di rete Fastned, in una partnership con ABB, ha portato nel Paese i sistemi di ricarica con capacità da 350 kW.

La Germania, con la sua politica di transizione energetica Energiewende, è una delle nazioni più impegnate nella mobilità elettrica. Lungo le autostrade tedesche il fornitore di energia EnBW ha già installato quasi 200 caricabatterie veloci per veicoli elettrici presso le aree di servizio Tank & Rast.


Le case automobilistiche tedesche stanno facendo la loro parte, con la joint venture della rete di ricarica Ionity tra BMW Group, Daimler AG, le divisioni Audi e Porsche del Gruppo VW e Ford Motor Company. Entro il 2020, Ionity intende gestire una rete di circa 400 stazioni di ricarica rapida in 24 Paesi europei.


ABB, che è un fornitore di Ionity, ha già consegnato sei caricabatterie rapidi da 350 kW per la rete in Svizzera. i primi caricabatterie installati in Europa con cavi raffreddati con liquido. Recentemente, inoltre, ABB ha fatto dono di 30 stazioni di ricarica rapida alla città di Zurigo, che ospita la sede centrale del Gruppo, in occasione della celebrazione del suo trentesimo anniversario.




In Francia, si stanno installando reti di stazioni di ricarica rapida ABB. I concessionari di auto ne hanno installate più di 100 in tutto il Paese per agevolare i compratori. Nell'isola mediterranea francese della Corsica, invece, le stazioni di ricarica ABB Terra a energia solare sono state installate da Driveco, una sussidiaria di Corsica Sole, fornitore di energia elettrica prodotta dall'energia solare sull'isola.

In Italia, ABB ha fornito stazioni di ricarica come parte del progetto Unit-e, in parte finanziato dalla Commissione europea. Il piano prevede una rete di stazioni di ricarica che consentirà alle auto elettriche di effettuare il viaggio di 2.000 chilometri da Genova a Dublino, in Irlanda. Una volta completata la rete, i conducenti saranno in grado di ricaricare rapidamente e facilmente i propri veicoli lungo la strada, indipendentemente dalla marca, dal modello, dalla tensione o dal sistema di pagamento delle auto elettriche.


Anche altri Paesi del continente stanno adottando la mobilità elettrica. Una rete di ricarica rapida si sta espandendo rapidamente in tutta la Repubblica Ceca grazie ad ABB, che ha fornito 80 stazioni di ricarica a diversi operatori di rete e rivenditori e le stazioni di ricarica rapida ABB si trovano in un numero crescente di strade e autostrade in Bulgaria.


NORD AMERICA


Negli Stati Uniti si stanno installando due tra le reti di stazioni di ricarica più grandi e in rapida crescita del mondo e le stesse sono dotate di caricabatterie ABB. Una è EVgo, che ora opera in 66 aree etropolitane e ha già installato oltre 500 stazioni di ricarica ABB.

L'altra è Electrify America, il più grande progetto di infrastrutture per veicoli elettrici americano finora pianificato. Electrify America intende collocare centinaia di stazioni di ricarica all'interno e intorno ai 17 mercati metropolitani principali e a intervalli di 120 miglia o meno lungo i corridoi autostradali nazionali.




In Canada, ABB ha istituito il Centro di eccellenza per l’E-Mobility, che fa parte di un investimento da 90 milioni di dollari nel Campus Montréal del Gruppo. Il centro ha installato due stazioni di ricarica Terra 53 in corrente continua per dimostrare il potenziale di questa tecnologia. Il Centro di eccellenza per l’E-Mobility aiuterà il Canada a spostarsi in futuro con sistemi di trasporto più intelligenti e sostenibili.

ASIA


La Cina, con il più grande mercato automobilistico del mondo, produce più veicoli elettrici di qualsiasi altro paese e realizza anche le vendite di veicoli elettrici più alte a livello mondiale. La Cina ha istituito potenti incentivi per elettrificare la propria flotta di veicoli derivantanti dal desiderio di indipendenza energetica, dalla necessità di contrastare il grave inquinamento atmosferico nelle principali città e dall'ambizione di dominare il mercato globale dei veicoli elettrici.

Gli acquirenti hanno risposto di conseguenza: più di 400.000 vendite di auto completamente elettriche nel 2017, secondo l'Associazione cinese dei produttori di automobili. E anche la domanda di stazioni di ricarica è esplosa.


ABB, uno dei maggiori fornitori di energia elettrica in Cina, ha avuto nel Paese a partire dal 2014 un punto di appoggio anche con le stazioni di ricarica in corrente continua, quando è entrata a far parte di una collaborazione strategica con BDNT, una joint venture elettrica creata per fornire caricabatterie in corrente continua. Tali accordi, insieme al piano della Cina di dispiegare 120.000 punti di ricarica entro il 2020 e l'elettrificazione su larga scala delle flotte di autobus urbani del Paese, offrono ad ABB un enorme potenziale di crescita nel settore dei carica batterie rapidi.


Inoltre, ABB è pronta a svolgere un ruolo fondamentale nel fornire energia elettrica a coloro che creano reti con progetti come il collegamento Changji-Guquan, che trasmetterà energia dalla regione dello Xinjiang nel nord-ovest, alla provincia di Anhui, nella Cina orientale. Questa linea di trasmissione in corrente continua ad altissima tensione (UHVDC) utilizzerà un trasformatore da record da 1,1 milioni di Volt, sviluppato e fabbricato in stretta collaborazione con State Grid Corporation of China. Il collegamento consentirà alla Cina di passare da fonti di generazione di energia a carbone situati vicino ai centri urbani alla produzione di energia pulita e rinnovabile in parti meno popolate del Paese dove l'energia solare ed eolica può essere prodotta in abbondanza.




Un altro potenziale mercato di crescita per ABB nel settore delle auto elettriche è l'India, dove il Gruppo sta contribuendo a ridurre il famigerato inquinamento atmosferico delle città integrando l'energia pulita nella fornitura di energia elettrica. Il 50 per cento dell'energia solare generata in India passa ora attraverso gli inverter ABB. E un collegamento UHVDC da 1.700 chilometri trasmette l'energia idroelettrica dall'Himalaya alla città di Agra, per la sua distribuzione attraverso l'India del Nord.

Dimostrando il suo impegno per l'energia pulita e il trasporto sostenibile, il principale think-tank del governo indiano ha installato una stazione di ricarica rapida ABB Terra 53 presso la sua sede centrale, nel cuore di Nuova Delhi, la capitale dell'India. Il think-tank, NITI Aayog, sta pianificando un progetto pilota per le reti di ricarica per veicoli elettrici a Nuova Delhi.




Seguici su:


Seguici su TwitterCollegati a FacebookAbbonati a YouTubeGet LinkedIn

ABB Italia



Follow us on TwitterGet LinkedInConnect on FacebookSubscribe on YouTube

Gruppo ABB



      • Twitter
      • Facebook
      • LinkedIn
      • Weibo
      • Stampa
      • Email
    seitp202 ea52c97481788d20c125832e002f79f3